RISULTATI

La partnership del progetto EU Heritage lavorerà alla creazione di un nuovo curriculum transnazionale per i professionisti del patrimonio culturale, incentrato sulle competenze digitali, competenze trasferibili e trasversali, soft skill connesse al "turismo dell'esperienza" nel campo dei beni culturali.

Gli operatori del patrimonio culturale diventeranno: più capaci di cogliere le opportunità offerte dalle TIC e dalle tecnologie digitali, più aperti alla creatività e all'imprenditorialità, più in grado di connettersi con altri settori - in particolare turismo, creatività artistica, PMI, start-up e tecnologia - per sviluppare nuove sinergie ed esplorare nuovi modelli di business.

Per raggiungere gli obiettivi del progetto, la partnership produrrà i seguenti output:

Identificazione di abilità e bisogni

nelle industrie di settore, attraverso attività di ricerca che includono indagini e rapporti qualitativi e quantitativi. Alla fine di questa fase, verranno coinvolti 250 partecipanti.

Moduli di formazione

tra cui una serie di mirati insegnamenti innovativi, metodologie e contenuti di apprendimento per i professionisti del patrimonio culturale. I risultati dell'analisi dei bisogni saranno il punto di partenza. Verranno, quindi, sviluppati materiali di formazione. Il pacchetto formativo avrà l’obiettivo di coinvolgere un minimo di 400 beneficiari e 10 imprenditori / start-up, 10 creativi, artisti o altre professioni nel settore delle industrie creative e culturali.

Piattaforma di apprendimento online

includendo Open Educational Resources e tutti gli strumenti per replicare la formazione dopo la fine del progetto. La piattaforma di apprendimento avrà un minimo di 300 utenti registrati.

Test dei moduli di formazione

attraverso il confronto diretto e sessioni pilota online con gruppi target, organizzati nei paesi partner. Previsti 80/120 partecipanti che si uniranno al modulo di formazione pilota nazionale e 100 partecipanti alla formazione europea online. I risultati saranno raccolti in un report finale.

Valutazione e Validazione

utilizzando metodologie e strumenti ispirati alle linee guida europee sulla convalida del Cedefop, pubblicate di recente.

Materiali di diffusione

promuovere i risultati del progetto e sensibilizzare sulle carenze di competenze emergenti nelle professioni legate al patrimonio culturale. Gli obbiettivi principali sono: un sito web multilingue (in 7 lingue), materiale promozionale, social media, comunicati stampa, newsletter e almeno 10 conferenze (minimo 500 partecipanti). La valorizzazione della diffusione dei risultati del progetto andrà oltre la durata del progetto, consentendo la replica della formazione in altri paesi non coperti dalla partnership e per altri fornitori di IFP interessati all'argomento e operanti nel settore dei beni culturali.